Autore Topic: Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.  (Letto 66721 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • KING K. ROOL
  • ***
  • Post: 1621
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #705 il: Febbraio, 17, 2017, 16:27 »
Quei dementi di Casapound dicono questo? Manco lo sapevo.  :laughing7:
Hero, qualsiasi cosa ha effetto sul sistema nervoso. La cannabis stimola gli stessi neuroricettori che sono stimolati quando vedi una bella ragazza. La cannabis e il cervello degli uomini sono "compatibili" (nel senso che la cannabis ha effetti sul nostro sistema nervoso), perché nel corso di migliaia di anni sono state selezionate varietà che avevano certi effetti sui nostri neuroricettori.
Perché i tuoi e i miei antenati la usavano per sconvolgersi. Molte esperienze religiose vengono da cannabis, funghetti allucinogeni, DHT, oppio etc. Quando le persone non avevano a disposizione queste sostanze usavano l'alcol. Quando neanche l'alcol era a disposizione, usano la musica, vedi i dervisci. Sballarsi e raggiungere stati diversi di coscienza è un'esperienza fondamentale che ci ha permesso (e ci permette) di diventare più intelligenti, comprendere meglio la nostra psiche e la nostra esistenza. L'esperienza religiosa è stato un modo pre-scientifico per mettere in parole le intuizioni che venivano da queste esperienze. Questo non significa che approvi il modo in cui viene usata la droga ora. Ma la proibizione non insegna il rispetto per una sostanza. In Italia ci ubriachiamo molto meno di quanto si ubriachino negli USA. Eppure lì sono più rigidi con l'alcol. B. Franklin, il padre fondatore, osservava questo apparente paradosso e spiegava che dalle nostre parti i bambini bevevano fin da piccoli e gli veniva insegnato il rispetto per l'alcol. Questo è un comportamento virtuoso: sapere i rischi e sapere usare una sostanza senza diventarne vittima. L'idea di proibire le droghe e l'alcol è un'idea sciocca perché non realistica, e promuove il vizio anziché far diventare le persone più responsabili.
Il proibizionismo non fa neanche parte della cultura cattolica. Guarda Iacopone da Todi per restare dalle tue parti. Tu ti stai sorbendo le sciocchezze di una setta repressiva, quella puritana, e pensi che sia una posizione conservatrice. Non lo è.

Lo so che il proibizionismo non porta a nulla, e condivido il tuo discorso sull'alcol (anche mio padre ha iniziato a bere da bambino) ma la marijuana è comunque molto pericolosa https://it.wikipedia.org/wiki/Effetti_della_cannabis_sulla_salute

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • PISTULINO INTURGIDITO
  • ****
  • Post: 6393
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #706 il: Febbraio, 17, 2017, 16:39 »
ok, e come abbiamo visto anche l'alcol ha effetti sulla salute che sono molto più gravi di quelli dell'alcol. Però non ti preoccupi se vedi una persona bere. Puoi dirmi perché?

Offline John Silver

  • SERGENTE HARTMAN
  • ******
  • Post: 6451
    • MSN Messenger - avptallarita@hotmail.com
      • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #707 il: Febbraio, 17, 2017, 16:41 »
Lo so che il proibizionismo non porta a nulla

E quindi sei a favore del proibizionismo...

Offline Iacosimo

  • ATTELA FLAGGELLO DI DDIO
  • ******
  • Post: 6715
  • Sesso: Maschio
    • MSN Messenger - simon_simone@live.it
      • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #708 il: Febbraio, 17, 2017, 17:31 »
Io non vedo tanto senso nella legalizzazione sinceramente.

Legalizzare uno stupefacente implica a forza che il consumo debba essere controllato. Di certo non legalizzano la cannabis e quindi da quel giorno in poi si potrà girare in giro per le piazze con i cannoni o andare al tabacchino di fiducia e comprarne quanto se ne vuole  :laughing7:

Il che porterebbe comunque le persone a comprarla sotto banco e in maniera non legale.


Hero io da una parte ti capisco, è vero che la marijuana fa male, ma anche le sigarette fanno male e anche l'alcool in grandi quantità.

Se una persona vuole sballarsi, è libera di farlo: cannabis, LSD, sniffa la Vinavil. L'importante è che si è consapevoli che stai danneggiando il tuo corpo.
Danno che puoi fare pure bevendoti un litro di birra al giorno (e viene servita pure ai regazzini!!!!), o fumando le sigarette (che vendono pure ai regazzini!!!!!!)

Hero, il punto con la Marijuana é che se la vieti o no, cmq la gente ne consuma quanta ne vuole. E allora tanto vale...
Non sono d'accordo.
È anche un messaggio che passa da parte di uno stato.
« Ultima modifica: Febbraio, 17, 2017, 17:35 da Iacosimo »

Offline Zanzegù

  • TOTO CUTUGNO
  • *********
  • Post: 9717
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #709 il: Febbraio, 17, 2017, 17:35 »
No ma magari puoi comprarla dallo stato invece che al parchetto senza rischiare di andare in galera, portarla a casa senza rischiare di venire fermato e andare in galera, chiamare qualche amico e farti un paio di razzi mentre ascolti i pink floyd senza rischiare di andare in galera.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • PISTULINO INTURGIDITO
  • ****
  • Post: 6393
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #710 il: Febbraio, 17, 2017, 17:52 »
onestamente non so perché si parli di legalizzazione e non di liberalizzazione. Sulle droghe pesanti sono per la legalizzazione perché comunque è meglio controllarne il consumo, purché sia garantita l'anonimato. Ma per la marijuana onestamente penso che la liberalizzazione funzioni meglio. L'unica condizione che secondo me avrebbe senso è regolare il contenuto di Thc e limitarla ai residenti di un paese. Sarebbe figo incentivare l'uso di vaporizzatori, dato che eliminano i danni ai polmoni. Poi per il resto, se uno si presenta a lavoro fatto di marijuana lo dovresti poter licenziare, ma non per la marijuana, ma perché è una testa a pinolo.

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • KING K. ROOL
  • ***
  • Post: 1621
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #711 il: Febbraio, 17, 2017, 20:54 »
Cioè, sei per la legalizzazione di droghe letali come eroina ed ecstasy? Mi sembra una follia...
Io non vedo tanto senso nella legalizzazione sinceramente.

Legalizzare uno stupefacente implica a forza che il consumo debba essere controllato. Di certo non legalizzano la cannabis e quindi da quel giorno in poi si potrà girare in giro per le piazze con i cannoni o andare al tabacchino di fiducia e comprarne quanto se ne vuole  :laughing7:

Il che porterebbe comunque le persone a comprarla sotto banco e in maniera non legale.


Hero io da una parte ti capisco, è vero che la marijuana fa male, ma anche le sigarette fanno male e anche l'alcool in grandi quantità.

Se una persona vuole sballarsi, è libera di farlo: cannabis, LSD, sniffa la Vinavil. L'importante è che si è consapevoli che stai danneggiando il tuo corpo.
Danno che puoi fare pure bevendoti un litro di birra al giorno (e viene servita pure ai regazzini!!!!), o fumando le sigarette (che vendono pure ai regazzini!!!!!!)
Non sono d'accordo.
È anche un messaggio che passa da parte di uno stato.
La vendita di alcol e sigarette ai minori è illegale, ma solo sulla carta, perchè questo è un paese, e qui torniamo al discorso di prima, dove c'è il gusto della trasgressione, che in sè, intendiamoci, è anche una cosa positiva, ma non quando si tratta di fare del male al prossimo.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • PISTULINO INTURGIDITO
  • ****
  • Post: 6393
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #712 il: Febbraio, 17, 2017, 21:10 »
Cioè, sei per la legalizzazione di droghe letali come eroina ed ecstasy? Mi sembra una follia...

vabbè l'mdma non è tutta sta roba, se sai che devi bere come un cammello. Per quanto riguarda l'eroina, sarebbe meno pericolosa della cocaina, in teoria. Le morti di eroina sono una conseguenza diretta del mercato nero. Mi spiego: l'eroina fa danni all'organismo (non riesci più a fare sesso più altri spiacevoli effetti collaterali) ma passano dopo un periodo di tempo abbastanza breve. Altri danni, come la necrosi delle vene, sono evitabili. L'overdose è la conseguenza fatale dell'eroina, l'unica. E questa è facilmente evitabile quando uno assume eroina non tagliata con altre sostanze. In altre parole, se prendi sempre eroina pura non rischi l'overdose. L'overdose succede quando sei abituato a prendere eroina pura al 60% (per dire) e un giorno ti vendono la dose di tuono di eroina pura al 90%. Il tuo corpo non è abituato a quella quantità e quando te la inietti ci lasci le penne. Ma è una conseguenza del mercato nero. In un mercato controllato i tossici di eroina non muoiono. Oltretutto, e questo sembra strano, un eroinomane riesce tranquillamente a lavorare anche sotto l'effetto. Visto con i miei occhi e su diverse persone.
E' una dipendenza schifosa, ma per quanto abbia un nome pessimo, l'eroina non è la droga di per sé più pericolosa. Per me stanze del buco ed eroina di stato sono una buona soluzione.

Offline Hero of Sky

  • Newser
  • KING K. ROOL
  • ***
  • Post: 1621
  • Sesso: Maschio
  • Triumviro del Nintendoclub
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #713 il: Febbraio, 17, 2017, 21:30 »
E il crack e la desomorfina?

Offline Zanzegù

  • TOTO CUTUGNO
  • *********
  • Post: 9717
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #714 il: Febbraio, 18, 2017, 03:57 »

La vendita di alcol e sigarette ai minori è illegale, ma solo sulla carta, perchè questo è un paese, e qui torniamo al discorso di prima, dove c'è il gusto della trasgressione, che in sè, intendiamoci, è anche una cosa positiva, ma non quando si tratta di fare del male al prossimo.

Aaaaaaaaa.
Che male al prossimo arreca, esattamente, farsi una canna??
E poi arrrrgh il gusto della trasgressione non esiste. Puoi averlo la prima volta che la provi, ma se ti fa schifo dopo col cazzo che lo rifai. A me i funghetti hanno dato noia e non credo li rifarò.
Nessuno si droga per il gusto della trasgressione. Nessuno. E' una cazzata inventata dai bigotti.

Offline Iacosimo

  • ATTELA FLAGGELLO DI DDIO
  • ******
  • Post: 6715
  • Sesso: Maschio
    • MSN Messenger - simon_simone@live.it
      • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #715 il: Febbraio, 19, 2017, 12:58 »
Zanze il tuo è un discorso che regge con gli adulti.
A 14 anni qualsiasi cosa va contro le regole e contro i PULOTTIDIMMERDA viene fatta per apparire fighi

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • PISTULINO INTURGIDITO
  • ****
  • Post: 6393
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #716 il: Febbraio, 19, 2017, 13:25 »
Credo Zanze intendesse dire che la trasgressione  è l'interpretazione degli adulti ma non è l'intenzione degli sporchi giovani. Mi spiego: se uno ha 14 anni e si ammazza di seghe, e vive nel 1800, o se uno ha 16 anni e parla con una ragazza, e vive in Iran, sta facendo qualcosa di davvero trasgressivo. Questo non significa che lo faccia per il gusto della trasgressione, perché tutti gli sporchi giovani, in tutti i luoghi del mondo, si ammazzano di seghe e ci provano con le tipelle, indifferentemente da quale interpretazione patologica gli adulti diano della cosa. Le droghe non sono differenti. Sono una costante. È vero che alcuni contesti possono rendere differente il rapporto con la droga (il tipo di offerta, o la dipendenza) , ma di per sé, drogarsi, è un'esperienza che appartiene a quell'età.

Offline Iacosimo

  • ATTELA FLAGGELLO DI DDIO
  • ******
  • Post: 6715
  • Sesso: Maschio
    • MSN Messenger - simon_simone@live.it
      • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #717 il: Febbraio, 19, 2017, 13:34 »
Son d'accordo, ma intendevo la causa scatenante: è ovvio che se ti droghi da 2 anni non lo fai più per trasghedire ma epr altri motivi.

Offline Sidvicious85

  • Moderatore
  • PISTULINO INTURGIDITO
  • ****
  • Post: 6393
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #718 il: Febbraio, 19, 2017, 13:48 »
ma sei sicuro che la causa iniziale fosse la trasgressione? Non è una domanda provocatoria. Lo pensavo anche io fino a poco tempo fa, ma sono sempre più convinto che non sia quella la ragione. Nella psicologia dello sviluppo hanno fatto esperimenti in cui dimostravano che il cervello riesce a comprendere alcuni concetti solo a una determinata età e con determinate esperienze. Credo che le sostanze psicoattive, o esperienze che creano stati di alterazione della mente, siano da annoverare tra queste esperienze. Nel mio caso ho sempre detto a mia madre quando ho usato qualche sostanza (prima canna, a 15 anni). Non c'è mai stata nessuna trasgressione.
Da un punto di vista logico immagino che quello di considerare la droga come trasgressione sia una spiegazione in cui gli adulti hanno modo di agire e coscienza di sé, mentre i giovani non hanno capacità di azione propria e reagiscono solo agli stimoli (in questo caso una proibizione) che vengono dagli adulti. Non credo che questa spiegazione descriva bene l'universo morale dei giovani, che prendono decisioni autonome al di là della volontà e della morale degli adulti (se non esistessero gli adulti, i giovani si drogherebbero? Noi di Voyager crediamo di sì).

Offline Zanzegù

  • TOTO CUTUGNO
  • *********
  • Post: 9717
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Fumo, alcool, droghe: Riflessioni e giudizi a riguardo.
« Risposta #719 il: Febbraio, 19, 2017, 13:59 »
Io la prima volta ho provato per curiosità, non per gusto della trasgressione. Ma come tutti quelli che conosco.
Comunque davvero, la trasgressione non è un fattore importante e assolutamente non è quello scatenante. Con questi discorsi mi sembra sempre che si prendano i "gggiovani" per stupidi incapaci di razionalità e volontà proprie, in balia degli eventi. Non è così.

Aggiungo: questi discorsi si possono fare solo se si parte da un punto di vista moralista: "è sbagliato, è immorale, non può essere una cosa che viene fatta per motivi validi". Invece il fatto è che non c'è nulla di sbagliato visto che non arrechi danno a nessuno, né tantomeno di immorale, visto che di moralità ognuno ha la propria.
E poi vengono sempre da chi uno spinello non se lo è mai fatto. Sarò sincero, mi dà un po' noia.
« Ultima modifica: Febbraio, 19, 2017, 14:04 da Zanzegù »

 

Privacy Policy